Yu-Gi-Oh! World Championship 2008 – Recensione DS

La serie Championship, iniziata con l’episodio 2007, torna su Nintendo DS con Yu-Gi-Oh! World Championship 2008. Andiamo ora a scoprire le novità, se ce ne sono, di questa nuova edizione.

Duel World

Come il titolo precedente, anche in questo caso la storia è pressoché assente. Impersoneremo noi stessi (dopo un breve tutorial estetico) e dovremo sconfiggere i vari avversari della CPU, quanto basta per ottenere DP (Duel points) sufficienti per comprare le bustine, costruire un mazzo decente e competere finalmente Online tramite WFC.
La versione 2007 offriva praticamente solo questo, mentre nella 2008 troviamo anche il Duel World, nel quale affrontare vari nemici e risolvere sfide particolari.
Mentre in Yû-Gi-Oh! Duel Monsters GX Spirit Summoner e Yu-Gi-Oh! World Championship 2007 potevamo decidere quando (e se) affrontare le sfide in questione, qui siamo invece obbligati ad affrontarle, portando presto il giocatore alla frustrazione. Si tratta, infatti, di sfide che richiedono la vittoria del giocatore in 1 turno, con una mano prestabilita e/o altre carte già in campo, oppure di quiz improvvisati. Oltre a questo, va aggiunto che la modalità Duel World prevede una mappa sulla quale trovare i nemici, a volte assenti, e richieste spesso nascoste, come sconfiggere lo stesso nemico 5 volte per ottenere una nuova espansione di carte in bustina. Potete avere il mazzo più potente del mondo, ma alcuni boss e nemici insisteranno sulle sfide, al punto che vi chiederete il motivo dell’ideazione di una modalità così approssimativa.
Quasi solo difetti da questo punto di vista, una modalità così abbozzata e malcurata non è giustificabile nemmeno in un gioco a base di carte.

I veri duelli

Fortunatamente sono presenti anche i duelli normali, contraddistinti da un campo da gioco in prospettiva sullo schermo superiore e lo stesso visto dall’alto nello schermo inferiore, con tutte le funzioni tattiche del caso. Ancora una volta il touch screen svolge magnificamente il suo lavoro, dimostrando come i giochi di carte e/o società siano molto più interessanti se giocati con uno schermo tattile, e quindi su Nintendo DS.
Graficamente siamo agli stessi livelli del predecessore, con sprites 2D per i mostri e con alcune eccezioni 3D per le evocazioni più importanti, come i sempreverdi Drago Bianco Occhi Blu e Mago Nero. Esteticamente i mostri si presentano sufficientemente (anche considerando la mole di carte presenti nella cartuccia), ma forse si poteva fare qual cosina di più per le animazioni, solitamente composte da 2-3 frames.
Questo aspetto è tuttavia compensato dalle molteplici possibilità di combinazioni di mazzi, ce n’è davvero per tutti i gusti, peccato che, per ottenere le nuove espansioni, saremo praticamente costretti ad affrontare il Duel World, quindi il gioco risulta meno longevo di quanto possa sembrare.

Alle prime armi…

Se avete solo sentito parlare di Yu-gi-oh, e vi state avvicinando al gioco per la prima volta, nessun problema!
Anche questa volta un solido tutorial vi spiegherà tutto quello che c’è da sapere sulle regole di gioco, dalla struttura dei turni ai tipi di carte, garantendo una buona esperienza di gioco anche ai neofiti.

…e per gli esperti

Gli appassionati del gioco e della serie potranno finalmente trovare i duelli Tag in questa nuova versione!
Si tratta di duelli a coppie, 2 contro 2, e che funzionano ovviamente a turni alternati. Freniamo subito l’entusiasmo, poiché l’ottima IA presente nei duelli singoli, qui diventa il più delle volte imbarazzante. Il vostro compagno spesso sacrificherà i vostri mostri come tributo per evocare i suoi, il problema è che spesso sacrificherà un vostro mostro da 8 stelle per evocarne uno da 5!
Queste azioni irriterebbero anche il più paziente dei giocatori, poiché sappiamo bene che una mossa del genere potrebbe compromettere l’intero scontro. Tale modalità è presente anche nel Duel World, e saremo costretti a collaborare con un compagno in una fase avanzata di gioco.
Fortunatamente è possibile giocare la modalità Tag anche in wireless e WFC, risolvendo il problema dell’IA durante questo tipo di match.
Altra novità è la modalità Torneo (ad eliminazione diretta), contraddistinta da 3 livelli, in ordine di difficoltà. Possono partecipare 8 persone, ed è possibile vedere gli altri scontri (con la possibilità di aumentare la velocità), ma purtroppo non è possibile scegliere gli avversari o modificare i mazzi che useranno, un vero peccato.

Carte

Le carte presenti in questa versione sono le stesse dell’episodio precedente, fino ad arrivare a Gladiators Assault (GLAS) (tuttavia non sono presenti tutte le carte di questo set).
Nonostante questo, mancano ancora carte importanti come Frost and Flame Dragon, Bazoo The Soul Eater, Legendary Jujitsu Master, Zombie Master e Deep Diver.

Multiplayer

Come già accennato, il motivo più interessante per acquistare un gioco di Yu-gi-oh per Nintendo DS è sicuramente la modalità multiplayer (inserita da Yû-Gi-Oh! Duel Monsters GX Spirit Summoner in poi).
Le prime fasi di gioco ci permetteranno di scegliere la nostra nazione, il sesso, creare il nostro personaggio, scegliendo tra vari visi, acconciature e, più avanti, anche accessori e vestiti alternativi.
La connessione tra giocatori è ottima, anche i duelli oltre oceano sono possibili, senza troppi problemi (si tratta pur sempre di un gioco a turni) e garantisce un’ottima longevità al titolo, minata dai problemi del Duel World e dal fatto che siamo quasi obbligati a portarlo a termine per avere tutte le espansioni disponibili nel gioco.

Conclusioni

Yu-Gi-Oh! World Championship 2008 è pressoché lo stesso titolo di 8 mesi prima, con aggiunte interessanti e acclamate come il Tag Duel e la modalità Torneo, ma dall’altra parte troviamo il Duel World, una modalità talmente frustrante e malriuscita che speriamo non inseriscano anche nei nuovi episodi.
Anche il numero di carte è quasi lo stesso, quindi se avete già l’episodio precedente non vi consigliamo l’acquisto, ma se invece siete grandi appassionati della serie e volete anche le carte più recenti, allora dovreste comprare subito anche questo capitolo, consapevoli di ritrovarvi con poche aggiunte sostanziali e le 3 nuove carte promozionali all’interno della confezione. Speriamo che Konami con il prossimo capitolo non viva di rendita, ma che si impegni per portare sugli scaffali un prodotto veramente rinnovato e con modifiche sostanziali da giustificare l’acquisto anche per coloro che hanno la versione precedente.

http://www.youtube.com/watch?v=ICc4vTS9yPs

Grafica: 7.5
Sonoro: 7
Giocabilità: 8.5
Longevità: 7
Totale: 7

+ Nuove modalità: Tag e Torneo
+ Nuove carte
– Modalità Duel World deludente e quasi obbligatoria
– Nessuna aggiunta veramente rilevante
– IA del compagno in modalità Tag imbarazzante

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.