Friends – Recensione Telefilm (Cofanetto Blu-Ray)

Friends (o  F•R•I•E•N•D•S) è la mitica sitcom Americana creata da David Crane e Marta Kauffman, proposta questa volta in alta definizione: varrà l’acquisto? Scopriamolo insieme.
Come sempre mi riservo dallo svelarvi dettagli che potrebbero rovinarvi la visione del prodotto, quindi rimarrò sul vago come al solito, tranne in un punto in cui dovrò essere molto preciso, è necessario per spiegarvi uno dei (pochi) punti deboli della serie.
Nota: la seguente recensione fa riferimento alla versione originale Americana, quindi con doppiaggio Inglese e contenuta nel cofanetto Blu-Ray venduto nel Regno Unito.

Contenuto del cofanetto, tracce audio e sottotitoli

Friends: The Complete Series (Blu-ray) si presenta con una scatola in cartone rigido e stampa lucida. Apribile da un lato, troviamo tre case blu abbastanza spessi e un libretto.
La prima custodia contiene le prime cinque stagioni spalmate su 10 dischi blu-ray, nella seconda custodia troviamo le altre cinque stagioni di nuovo su 10 dischi blu-ray ed infine una custodia contenente un disco singolo per i contenuti speciali.
Vi faccio però notare che all’interno dei 20 dischi, troverete gag reels (le “papere” insomma), e altri “dietro le quinte”, mentre il disco bonus ne conterrà altre, diverse (insomma, i contenuti bonus sono distribuiti tra tutti e 21 i dischi, per capirci, e non solo sul disco bonus).
Il libretto invece è una guida agli episodi tutta a colori, davvero interessante perché di tanto in tanto ci mostra messaggi, lettere o dettagli che nella serie non era stato possibile vedere, come la lettera di valutazione che Tag manda a Rachel con un disegno “osé”, che nella serie viene solo menzionato ma mai mostrato.
Per quanto riguarda il doppiaggio:

Inglese: Dolby Digital 5.1 (640 kbps)
Portoghese: Dolby Digital 2.0
Spagnolo: Dolby Digital 2.0
Francese: Dolby Digital 2.0
Tedesco: Dolby Digital 2.0
Giapponese: Dolby Digital Mono (Stagioni 1-5)
Giapponese: Dolby Digital 2.0 (Stagioni 6-10)
Nota: per accedere al doppiaggio Giapponese, bisogna prima impostare il menù in Giapponese.

Esatto, l’audio Italiano è assente. Non disperate comunque, per quanto mi riguarda ero interessato solo alla traccia audio Inglese, che infatti si è rivelata migliore della Italiana, come la maggior parte dei casi.
I sottotitoli disponibili invece sono Inglese, Francese, Spagnolo, Portoghese, Giapponese, Tedesco, Catalano, Danese, Finlandese, Cinese Tradizionale (Mandarino), Norvegese e Svedese.
Unboxing della versione UK:

Versione USA o UK?

A quanto pare (almeno secondo blu-ray.com), il cofanetto Americano è Region Free (quindi funziona anche su lettori Blu-Ray/PS3 Europee), e dicono di aver provato personalmente. A questo punto, visto il prezzo attuale (80-100£ per la versione UK e 125-175$ per la versione USA), procuratevi la versione Americana se potete. La scatola Americana presenta una superfice lenticolare, il libretto all’interno è identico, ma più grande ed infine i dischi sono contenuti all’interno di una sorta di album raccoglitore.
Ecco l’unboxing della versione USA:

 

Trama in breve e considerazioni generali

La storia gira attorno ad un gruppetto di ragazzi, Rachel, Ross, Monica, Chandler, Joey e Phoebe, alle prese con la vita di tutti i giorni, la propria carriera e la vita sentimentale.
Nella prima puntata vediamo già tutti i ragazzi del gruppo, a parte Rachel che compare per ultima, in fuga dal proprio matrimonio. Di lì a breve veniamo a sapere che Ross ha sempre avuto una cotta per lei, fin dai tempi del college, ed allo stesso tempo impariamo a conoscere anche gli altri personaggi: Monica, la sorella di Ross, maniaca dell’ordine, il “clown” del gruppo, Chandler, Joey lo “sciupa femmine” ed infine Phoebe la “matta”.
Grazie ad un ottima sceneggiatura, vedremo da vicino le vite di questi sei ragazzi, spesso insieme e con tanta voglia di divertirsi, ma in modo assolutamente normale. Innanzitutto, il loro punto di ritrovo ufficiale è una Coffee House, il Central Perk, e la bevanda alcolica che troviamo più spesso nell’intera serie è la birra, niente super alcolici o simili, che invece sono all’ordine del giorno e molto frequenti nelle serie tv più recenti, come How i met your mother, dove la bevono come se fosse acqua, evidenziando il cambio di tendenza dei giovani negli ultimi anni, cosa che invece gli autori di Friends hanno voluto evitare di proposito (come potrete constatare voi stessi guardando i contenuti speciali), presumibilmente facendoci anche capire che si può divertire benissimo anche bevendo thè, latte e caffè, che nella serie sono molto più presenti degli alcolici . Certo, anche in Friends talvolta troviamo alcolici più “consistenti”, ma si tratta di situazioni speciali, richieste della sceneggiatura, non di un’abitudine.
Fin da subito vengono tuttavia trattati, con regolare frequenza, argomenti come l’omosessualità (l’ex moglie di Ross è infatti lesbica), la madre surrogato, relazioni tra persone con grande differenza di età e così via, per non parlare della maggior parte degli sketch, basati su battute a sfondo sessuale, lavorativo o di cultura generale (che risultano difficili da comprendere per un ragazzino, per capirci, come ero io al tempo della prima messa in onda in Italia).
Non posso dare altri dettagli sui personaggi e le loro storie, rischierei di cadere in spoiler importanti, ma vi assicuro che c’è da sbellicarsi dalle risate. C’è differenza tra il sorridere, il ridere, ed il ridere sonoramente, e credetemi, quando vi dico che Friends vi farà ridere sonoramente, anche da soli, certe situazioni sono davvero troppo divertenti per strapparvi soltanto un sorriso.

Comparto Grafico

Per la creazione di questa versione HD, Warner Bros. è dovuta ripartire dalla pellicola da 35mm, rimasterizzando ogni stagione. Il risultato è sicuramente migliore della versione DVD, in quanto siamo passati a 1.78:1 (16:9) e risoluzione 1080p. Tuttavia, trattandosi di una serie sviluppata in tempi in cui i televisori con risoluzione HD erano solo un’utopia, i risultati sono buoni, nonostante la “grana” sia presente in molti episodi, anche se solo in alcuni casi risulta fastidiosa, ma si tratta comunque di qualche scena isolata, non di interi minuti.
Talvolta anche la saturazione e il contrasto sono inspiegabilmente diversi tra una stagione e l’altra, ma ricordiamoci appunto che si tratta di una serie andata in onda tra il 1994 e il 2004: non ci si può lamentare troppo da questo punto di vista, a mio avviso.

Comparto Audio e sincronizzazione

Non avendo le competenze e tantomeno un sistema 5.1, mi limiterò a parlare dell’audio Stereo in Inglese e della sincronizzazione.
Friends in Inglese è davvero superiore alla versione Italiana, non è la solita “regola”, è proprio così. Innanzitutto la versione Italiana soffriva di una pessima sincronizzazione per quanto riguardava sketch e risate registrate, visto che alcuni sketch non erano seguiti dalla classica risata del pubblico e di conseguenza potevano creare confusione nello spettatore, che talvolta non riusciva a spiegarsi certe reazioni o pause dei personaggi (almeno nelle prime stagioni). La serie in Inglese non ha questi problemi, è un problema della versione Italiana, tuttavia si notano altri problemi (ovviamente presenti anche nella versione Italiana), come ad esempio le azioni eseguite dagli attori che spesso non sono riprese nello stacco successivo. Mi spiego meglio, se un attore seduto si sta passando una mano tra i capelli e nel frattempo cambia la prospettiva della scena, quell’attore non potete farmelo vedere in una posa diversa e con la mano sul bracciolo del divano, perché appunto non è passato abbastanza tempo! Oppure altra situazione simile, un attore sta parlando animatamente, cambia immediatamente prospettiva (ma all’interno della stessa scena, solo un secondo dopo) e l’attore in questione è già calmo e seduto.
Si tratta di piccolezze, ma comunque sono accadute spesso durante la serie e non si possono non notare. Tuttavia, la serie è talmente divertente che non sono certo questi dettagli ad incidere sul valore complessivo.

Contenuti speciali

In quanto a contenuti aggiuntivi sono stati davvero generosi: gag reels (le “papere”), documentari sul successo della serie, Friends nel Mondo, interviste alle Guest Stars e così via. Ci sono anche nuovi contenuti filmati in full HD per l’occasione (documentari sulla serie) e l’episodio “The One Where Rachel Tells Ross” in versione originale, realizzato poco prima degli eventi dell’11 Settembre, successivamente erano state cambiate e modificate varie scene ed eliminato un intero sketch di Monica e Chandler riguardo un falso allarme di una bomba all’aeroporto.

Quasi perfetto…

A mio avviso sono due i problemi di questa serie/cofanetto. La grana non è un problema, è comprensibile, è una serie iniziata nel “lontano” 1994, anche il problema della sincronizzazione di alcune scene è un dettaglio di poco conto nel complesso, ecco cosa invece non ho sopportato:

– Problema della serie: la madre surrogato. Ad un certo punto della serie, uno dei personaggi decide di fare da madre surrogato per il fratello, poiché l’attrice era veramente incinta in quel periodo. Come dicono Marta Kauffman e David Crane stessi nei contenuti speciali, non volevano fare “come nelle altre serie tv dove un attrice è incinta e fanno finta di nulla”. Beh, cari Marta e David, la mini-trama che avete dedicato al personaggio nel periodo in questione è talmente grottesca che forse era meglio se facevate finta di nulla o addirittura dire che il personaggio era ingrassato per troppi dolci, sarebbe stato meglio. Chi ha visto la serie sa bene di cosa sto parlando, soprattutto perché la gravidanza in questione all’interno della trama è stata decisamente fine a sé stessa, anche perché i bambini in questione appaiono tipo DUE volte nell’intera serie…
– Problema degli episodi estesi: il cofanetto DVD contiene tutti gli episodi in versione estesa, che contengono circa 5 minuti aggiuntivi per OGNI episodio. Nella versione Blu-Ray ci becchiamo invece i normali episodi televisivi e solo quattro episodi della settima stagione in versione estesa. Warner Bros…perché ci hai fatto questo?
Di conseguenza abbiamo tutte e dieci le stagioni di Friends in 16:9 con risoluzione 1080p, una buona qualità grafica, un’ottima serie, contenuti speciali aggiuntivi realizzati in occasione dell’uscita di questo nuovo cofanetto…ma ci mettono i normali episodi della versione televisiva?!
Sì, lo hanno fatto. Dunque, tirando le somme, se non possedete Friends in DVD, allora compratelo in versione Blu-Ray per il 16:9 e la risoluzione Full HD, se invece possedete già il cofanetto DVD con gli episodi in versione estesa, allora tenetevi quello.

+ Sitcom Cult, da vedere a tutti i costi
+ Attori eccezionali
+ Contenuti speciali generosi (e alcuni esclusivi per questa edizione)
– Solo quattro episodi in versione estesa, tutti gli altri sono in versione televisiva (circa 5 minuti più corti)
– La grana si nota, anche se è scusabile in questo caso
– Saturazione e contrasto altalenanti
– La mini-trama dedicata alla madre surrogato è grottesca. E’ stata fatta perché l’attrice era veramente incinta e non volevano far finta di nulla nei confronti del suo personaggio, il risultato di quella mini-trama parla da solo.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.