Dragon Quest Monsters: Joker – Recensione DS

A cura di Whiskers

Dragon Quest Monster : Joker è uno spin-off della saga Dragon Quest, realizzato da Square-Enix. Questo gioco si distacca dalle meccaniche di gioco degli altri capitoli della serie: ci ritroveremo infatti a dover catturare ed allevare mostri, in modo da farli crescere ed allenarli a combattere (infatti noi non entreremo mai direttamente in battaglia), così che apprendano nuove abilità ed incantesimi. Analizziamolo nel dettaglio.

Agente segreto del CELL?

In Monster : Joker, la storia non giocherà un ruolo fondamentale, ma è comunque presente ed è bene citarla. Incominceremo il gioco in prigione, scoprendo che nostro padre non è altro che il comandante Poker, che presiede il  complesso ove siamo detenuti. Dopo poche battute verremo a conoscenza che il nostro alter ego è stato messo in carcere perché ha provato ad evadere per partecipare ad un torneo, il “Torneo Monster Scout”. Dopo pochi dialoghi il nostro personaggio verrà liberato, in modo che possa prendere parte all’evento, come cadetto del CELL per controllare come si svolge il torneo. Dopo pochi secondi intraprenderemo il viaggio verso all’isola dalla quale incomincia la competizione, per aspettare la cerimonia d’inizio e per poi cominciare a gareggiare!

Gotta catch’em all!

Incominceremo quest’avventura potendo scegliere uno tra tre mostri diversi (la scelta non influenza il gioco, visto che potremo catturare gli altri due mostri pochi minuti dopo): incominceremo così la nostra carriera da Scout. Dopo poco approderemo su un’isola con i mostri di livello F, il livello più basso, dove potremo apprendere le varie nozioni base: come catturare un mostro e come combattere. Potremo catturare un mostro sia negli scontri casuali che negli scontri contro altri PNG (player non giocanti): per reclutare un altro mostro dovremo impartire l’ordine di catturarlo ai nostri combattenti : così facendo attaccheranno il bersaglio, senza fargli danno: in base al danno inflitto, impressioneremo l’avversario e, alla fine, il mostro sceglierà se unirsi o meno. Questo fattore “ casuale “ è importante, perché permette di reclutare mostri anche solo con il 5% di possibilità, cosa che altrimenti risulterebbe molto più lunga e faticosa.

Le battaglie sono strutturate per essere combattute 3 vs 3. Negli scontri il nostro personaggio non interverrà mai direttamente, ma si limiterà ad usare oggetti per curare o potenziare i mostri del proprio schieramento al momento opportuno. Durante gli scontri contro i mostri potremo impartire direttamente noi gli ordini, mentre contro i personaggi del gioco potremo solo impostare la tattica a linee generali, senza specificare quale delle tante abilità usare, per rendere più difficile il combattimento.

Sintesi?

Nel corso della storia non riusciremo sempre a trovare o ad ottenere tutti i mostri che noi desidereremmo trovare: per questo è stata creata la sintesi. Come funziona la sintesi? Per creare un nuovo mostro, dovremo innanzitutto avere due mostri di almeno livello 10 e segno opposto (ogni mostro ha una carica affiancata al nome, che può essere positiva,negativa o polivalente ), dopodiché nella parte inferiore dello schermo potremo scegliere che mostro creare a partire da quei due. Il mostro creato sarà di livello 1, ed erediterà un’abilità dai “genitori”, in modo da renderlo più forte.

Nel mondo degli Scout

In Dragon Quest Monster : Joker la grafica è veramente buona, a partire dagli elementi del paesaggio definiti e abbastanza vari, arrivando alla diversità e al dettaglio dei mostri e finendo con i menu, essenziali ma chiari. La diversità dei mostri è notevole, basti pensare che non tutti i mostri sono reclutabili, e solo quelli reclutabili sono più di 200 esemplari.

Per quanto riguarda l’audio, invece, la qualità è inferiore rispetto alla grafica, dato che il sonoro è simile nonché ripetitivo in grandi parti del gioco, costringendoci ad abbassarlo per evitare l’emicrania, data la ripetitività delle tracce audio; buoni invece i suoni che accompagnano le battaglie.

Sfide e scambi Online

Dopo aver trovato una formazione bilanciata potremo passare alle sfide online, con tanto di scontri ad eliminazione, tornei e la possibilità di scambiare mostri con altri giocatori. La modalità multiplayer funziona molto bene, se non vi stuferete prima, garantendo al gioco ore aggiuntive di divertimento. Abbiamo provato a combattere con giocatori collocati in Europa, America e Giappone, e la connessione si è comportata davvero bene in questi casi.

Conclusioni

Dragon Quest Monster : Joker è un gioco dalla grafica eccezionale, considerando che è per DS, ma il gioco pecca nella difficoltà, altalenante e (a quanto pare) a dir poco casuale, rendendo alcune fasi di gioco a dir poco frustranti.
La storia inoltre è quasi inesistente, se non si considera il paragrafo dell’introduzione, anch’esso abbastanza anonimo. L’audio ripetitivo e monotono non aiuta a proseguire nel gioco, che riesce tutto sommato a coinvolgere per la varietà dei mostri da catturare e per la varietà di formazioni da usare, ma per i problemi citati poco fa, non riesce davvero a meritare una menzione d’onore all’interno della saga. Speriamo nel prossimo capitolo dunque.

+ Grafica impressionante
+ Più di 200 mostri da catturare
+ Modalità di combattimento riuscita
+ Multiplayer Online
– Storia assente
– Musica troppo ripetitiva
– Parecchie fasi frustranti

Grafica:8.5
Sonoro:5.5
Giocabilità:8.5
Longevità:8.0
Totale:6.5

One Comment

on “Dragon Quest Monsters: Joker – Recensione DS
One Comment on “Dragon Quest Monsters: Joker – Recensione DS

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.