Dragon Ball Z: Battle of Z – Chiarimenti sulla Soundtrack (OST)

Aggiornamento 22/01/2014: Grazie al buon OmegaGamesWiki veniamo a sapere con certezza che Dragon Ball Z: Battle of Z in versione Giapponese contiene le musiche originali della versione Giapponese (le stesse sentite durante anche la versione Mediaset, per intenderci), evviva!!

Inutile dire che, grazie a questo dettaglio, vi consiglio caldamente di comprarlo in versione Giapponese! (tanto la PS3 è regionfree)

Articolo precedente:
Cerchiamo di fare chiarezza in questa faccenda, cominciando dal principio:

Fin dal primo videogioco realizzato da Spike su Playstation 2, Dragon Ball Z: Sparking! (Dragon Ball Z: Budokai Tenkaichi in America ed Europa), la versione Giapponese (Sparking!) aveva la colonna sonora originale dell’anime, la stessa che abbiamo potuto apprezzare da bambini/ragazzi su Italia 1, ma anche nella versione originale Giapponese. Agli Americani non andò altrettanto bene, visto che FUNimation (che di “fun” non ha assolutamente nulla), decise di realizzare una nuova colonna sonora, un obrobrio a metà tra il jazz e brani “metal” di dubbia qualità. Ed è per questo motivo che dal primo Budokai Tenkaichi in poi compreso, sia le versioni Americane che Europee del gioco propongono colonne sonore tratte dalla versione Americana dell’anime o addirittura inventate di sana pianta, e che ovviamente non reggono il confronto con i brani originali.
Tuttavia al Japan Expo che si è tenuto a Luglio in Francia, dissero che avrebbero incluso la colonna sonora originale (Giapponese) anche nelle versioni Europee, informazione che si è invece rivelata falsa qualche giorno fa, in occasione del rilascio della demo di Dragon Ball Z: Battle of Z sul Playstation Network e Xbox Live dal 17 Dicembre 2013 in poi, rivelando la solita colonna sonora “jazz/metal dei poveri” che la maggior parte di noi odia sin dal 2005, almeno.
Per quanto riguarda la versione Giapponese di Dragon Ball Z: Battle of Z, siamo ancora nel dubbio: la demo Giapponese, così come la demo Giapponese di Dragon Ball: Raging Blast 2) ha le musiche della versione USA/Eur (jazz/metal dei poveri), ma la versione finale di Dragon Ball: Raging Blast 2 aveva (come ogni videogioco di Dragon Ball realizzato da Spike) le musiche originali dell’anime Giapponese!
Oltre a questo, qualche giorno fa (durante la Community Night di Namco Bandai Games Europe), abbiamo appreso che la colonna sonora del gioco in versione Europea e Americana srà un mix di tracce dei giochi precedenti (Ultimate Tenkaichi, Raging Blast ecc.), mentre il Giappone (in teoria), dovrebbe avere la colonna sonora originale (a cura del mitico Shunsuke Kikuchi) come gli anni passati. Dico “in teoria” perchè queste sono le parole di Treevax, ma è anche vero che l’utente in questione ha provato il gioco prima del rilascio della demo pubblica sul PSN/XBL, quindi non è comunque confermata la presenza delle BGM originali. E’ quasi sicuro, ma non ancora confermato.
Non ci resta altro da fare che aspettare l’uscita del gioco per avere la conferma definitiva:

23 Gennaio 2013 Giappone
28 Gennaio 2013 America
31 Gennaio 2013 Europa

Qualsiasi sia l’esito, vi dico già che potete usare una sountrack personalizzata anche su PS3, usando il tasto Playstation ed eseguendo la canzone che preferite (magari di Dragon Ball): il gioco provvederà a mutare momentaneamente la musica del gioco attivando quella da voi eseguita, mantenendo attivi tutti gli altri effetti sonori.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.