Dichiarazioni inattese: Hitman era troppo libero

La Gamescom si sta rilevando, sempre più, un evento più inatteso del solito, rispetto alle big del settore dove gli sviluppatori rimangono più timidi nei confronti del settore, qui abbiamo delle vere e proprie cannonate di cavolate sparate dagli sviluppatori nei confronti di altri giochi. Quindi continuamo a metterci le mani nei capelli con le dichiarazioni degli IO Interactive riguardo al nuovo capitolo della serie Hitman.

Iniziamo con una interessante dichiarazione sorta in una intervista ad un giornalista: “Una delle cose che rendeva difficile i vecchi giochi era che c’era un sacco di libertà, ma dovevamo scoprirla esplorando a fondo i livelli e non veniva subito presentata per intero. Così tu iniziavi un livello e c’erano dieci porte aperte davanti a te ed era come ‘bene, dove diavolo dovrei andare? Non lo so, mi limiterà a provare la prima porta, oh mi hanno ucciso, ora proverò la seconda porta’.”
Non c’è che dire, tutta quella libertà in un gioco stealth era fottutamente noiosa, immagina invece un bel corridoio lungo chilometri dove sparare a qualsiasi cosa si possa muove, però nell’ombra e dietro un angolino, questo è uno stealth game!

In un gruppo di studio, quelli che ogni azienda propone per documentarsi a fondo sulla domanda presente sul mercato su un certo prodotto, è sorto il desiderio di volere un Hitman più difficile, il più difficile della serie. Risposta degli sviluppatori: sarà piuttosto difficile raggiungere l’obiettivo (noi facciamo giochi per deficenti doveva forse aggiungere?).

Nelle interviste si rincorrono, poi, le solite domande di circostanza del tipo “ci saranno mai dei DLC?”, piuttosto legittima su certi generi, magari forzata per altri e per altri ancora del tutto inappropriata. Bene Hitman secondo me si individua tra il forzato e l’inappropriato visto che, a differenza di Splinter Cell, non goderebbe di modalità multiplayer. Gli sviluppatori hanno esultato così: “E’ un gioco perfetto per i DLC. Tu sei un killer, devi colpire. Come può essere più difficile di così?”. Certo questo significa forse armi e gadget a pagamento e, forse, qualche missione aggiuntiva? Staremo a vedere.

Dalle precedenti interviste avevamo appreso, inoltre, che:

“Non hai mai veramente imparato a giocarli…nessuno ti ha mai insegnato come fare e tu sei solo stato buttato in questo mondo. Qualcuno giocandoli avrà pensato ‘merda, come posso fare, il mio obiettivo e laggiù e io non ho idea di come arrivare là’ e venivamo uccisi millioni di volte”.

“Abbiamo inserito più ritmo rispetto ai giochi precedenti. In Blood Money, ci sentivamo sempre in una grossa missione, poi in un’altra grossa missione, poi ancora in un’altra grossa missione…e iniziavamo sempre fuori e dovevamo sondare il percorso. Lo abbiamo trovato un pò ripetitivo alla fine.”
“Abbiamo notato che chi conosceva la serie, nel momento in cui venivano individuati ricaricavano il gioco. Era insito in loro! E noi no, no, no, non dovete più ricaricare! Può essere un pò disordinato, ma non sei condannato dalle tue azioni se dopo ti ripulisci e continui.”
Non ho capito dove vogliono arrivare se non a destrutturare tutto e rendere Hitman un clone di Splinter Cell Conviction, dove le fasi stealth sono un optional, puoi marcare i bersagli per ucciderli velocemente, le azioni compiute non hanno mai conseguenze importanti nello svolgere la missione e l’accessibilità a tutti significa agire senza pensare con armi spianate e fregarsene delle conseguenze. La differenza in tutto questo, però, è che per Hitman gli sviluppatori hanno rilasciato dichiarazioni esilaranti, di chi non ha mai trovato attraente la serie nel suo sistema di gioco, di chi forse non ne ha mai finito neanche un episodio per come ne parlano, di chi agiva con comportamenti aggressivi, fregandosi dell’elemento stealth, di chi non ha mai capito la filosofia della serie. Hitman Absolution sta cercando di ritrovare un segmento di mercato videoludico facendo leva sulla facilità, andando forse incontro ad un suicido programmato.

One Comment

on “Dichiarazioni inattese: Hitman era troppo libero
One Comment on “Dichiarazioni inattese: Hitman era troppo libero

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.