Chibi-Robo: Park Patrol – Recensione DS

A cura di Vampirehunter

Nintendo ritorna col il robottino tuttofare Chibi Robo in una nuova avventura da un paio di centimetri, stavolta però alle prese con un giardino.

Trama

Dopo la chicca di Chibi Robo uscita su GameCube oramai un anno fa ecco che ritorna il nostro piccolo robot alle prese, stavolta, di un giardino e di un oscuro personaggio che mira alla distruzione di esso.
Interpretando il ruolo del robottino, il giocatore dovrà prendersi cura del giardino, curandolo, ristrutturandolo, aggiungendo oggetti, e tanto altro…

Prime Impressioni

Il gioco mostra una bella grafica 3D, un doppiaggio costituito da suoni per i vari personaggi, musiche piacevoli e tanti colori per questa nuova avventura da giardiniere.
La storia viene scandita a giorni e grazie alla cura che dedicheremo al giardino, potremo migliorarlo nel tempo.

Analisi del gioco

Ahimé non è più la cara vecchia casa piena di insidie, ma un giardino da abbellire e rendere colorato.
La grafica in 3D è veramente sublime su una macchina come il Nintendo DS, senza problemi di frame rate o rallentamenti; il sonoro è piacevole, purtroppo il doppiaggio è composto da rumori incomprensibili, ma possiamo accontentarci.
La modalità principale, come detto, è scandita dal passare del tempo, infatti ogni giorni ci sarà un resoconto sulla presenza dei fiori nel giardino e altre cose.
Durante la giornata, il robottino sarà alle prese con il giardino, contribuendo alla diffusione delle gemme grazie alle canzoni che farà ascoltare ai fiori con lo stereo, il tutto grazie al Touch Screen.
Oltre a questo si annaffieranno i nuovi fiori, sempre grazie al Touch Screen, potremmo prendere fiori da rivendere al fioraio per conquistare cuori e tanto altro.
Per la strada troveremo nuovi oggetti come la bicicletta, upgrade per il robottino o per il giardino saranno acquistabili grazie al computer presente nella “casetta” di Chibi Robot; in più c’è la possibilità di incontrare nuovi amici da aiutare, per poi essere ricompensati con oggetti per la cura del giardino, lavoretti su commissione ecc..
I cuori sono un elemento importante per il gioco dato che vengono immagazzinati per essere per acquistare o ricaricare la batteria di Chibi Robot, ovviamente precaria all’inizio della storia ma incrementabile nel corso degli eventi.
In quanto a longevità il titolo si prospetta abbastanza lungo, anche se a lungo andare ci accorgeremo che le azioni non saranno moltissime e molte volte spezzate dalla batteria. Per salvare ci basterà recarci al punto di ricarica del robot.

Funzioni DS

Il Touch Screen è usato in maniera massiccia, anche se a volte la telecamera non riesce ad assestarsi come dovrebbe. Lo sfruttamento della piattaforma ospite è stato svolto in maniera convincente, utilizzando sia il touch screen che una veste grafica di ottimo livello.

Grafica: 8,5
Sonoro: 8,5
Giocabilità: 9
Longevità: 8
TOTALE: 9

+ Molti oggetti con cui giocare
+ Vario…
– … ma poche locazioni da esplorare
– Dialoghi non skippabili

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.