BlockStorm – Anteprima

BlockStorm è l’ennesimo titolo chiaramente ispirato a Minecraft, in questo caso si tratta di un FPS sviluppato da GhostShark Games, una casa indipendente Italiana.

Voxel e dintorni

L’ispirazione a Minecraft (e Ace of Spades: Battle Builder) è evidente, tanto che nei primi minuti sembra di trovarsi all’interno di una Mod di Minecraft.
Anche in questo caso troviamo cubi distruttibili che compongono lo scenario, per distruggerli ci basterà sparare con un’arma da fuoco oppure usare il badile. Alcune delle mappe provate sono risultate un po’ troppo grandi e/o dispersive (e considerando che al momento il server più capiente conta circa sei persone, non aiuta di certo). Dobbiamo aspettare di vedere più persone in queste mappe, per capire se effettivamente questi spazi sono stati calcolati a caso o se effettivamente costituiscono un buon bilanciamento, quindi per il momento mettiamo “in pausa” questa considerazione, a maggior ragione che il gioco è ancora in Accesso Anticipato su Steam.

La componente FPS

All’inizio di ogni match (e ad ogni respawn) potremo decidere quali armi e accessori portare in battaglia, ovviamente non mancano ak-47, bazooka, bombe e fucile di precisione. Ognuna di queste armi/accessori ha un peso specifico, la cui somma va a determinare la nostra velocità di movimento (potremo decidere se viaggiare “leggeri e veloci”, “pesanti e temibili” oppure una via di mezzo). Benché (al momento) le animazioni delle armi siano un po’ deludenti, il problema più grosso è il fucile di precisione: inspiegabilmente scomodo da usare, la visuale oscilla troppo durante il movimento della canna e ovviamente (visto lo scarso numero di persone presenti per server durante la stesura di questa anteprima), si è rivelata spesso un’arma molto sbilanciata, soprattutto in quelle mappe molto grandi, ai vertici dei quali troviamo i fortini delle rispettive squadre. Ultima considerazione: i cubetti sono troppo resistenti: serviranno almeno tre colpi di ak-47 per distruggerli, oppure l’utilizzo di armi veramente pesanti, come il bazooka, per fare veramente la differenza da questo punto di vista (ma ovviamente con un limitatissimo numero di colpi, per ovvie ragioni). Bene la limitazione sulle armi più pesanti, ma i cubi rimangono troppo resistenti, tanto da farci quasi dimenticare la composizione interattiva degli scenari.
Da questo punto di vista, dunque, c’è senza dubbio margine di miglioramento.

Editor

Come Ace of Spades, anche qui è presente un editor, ma non solo dei livelli, anche dei personaggi!
In BlockStorm è infatti possibile modificare il volto del proprio alter ego (ovviamente anch’esso composto da quadratini).
Sia l’editor dei livelli che del volto dei personaggi risultano semplici e intuitivi ma, come abbiamo visto nel precedente paragrafo, è importante che vengano prima risolti i problemi associati alla parte FPS del titolo.

Cosa aspettarsi

L’idea è buona, anche se alla fin fine è semplicemente un clone di Ace of Spades: Battle Builder, tuttavia potrebbe riuscire a spodestare quest’ultimo dal trono dei “Minecraft FPS” se riuscisse a giocare come si deve le proprie carte e migliorare certi aspetti che per ora non convincono (componente FPS).
Anche il prezzo (circa 12€) non è proprio accattivante, il rischio è quello di trovarsi sempre con un numero esiguo di persone per server, che lo comprano, si annoiano subito vedendo i server semi-vuoti e se ne vanno (anche da questo punto di vista, probabilmente era meglio proporlo alla metà di Ace of Spades: Battle Builder, per esempio).

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.